Logo CIAC Impresa sociale ETS
News(current) NO AI CAMPI, SI ALLE PERSONE

GUERRE DEL CLIMA E DISARMO ECOLOGICO - Tutte le info

Guarda il video e scarica le Slide del convegno del 7 dicembre: "Rompere il circolo vizioso tra conflitti, migrazioni forzate e razzismo ambientale"

iniziative

Il convegno GUERRE DEL CLIMA E DISARMO ECOLOGICO - Rompere il circolo vizioso tra conflitti, migrazioni forzate e razzismo ambientale si è tenuto il 7 dicembre all'Università di Parma. L'idea del Convegno era riflettere sulle profonde connessioni tra cambiamento climatico, conflitti e migrazioni, provando a gettare una luce, culturale e politica, sulle responsabilità del Nord globale e sulle possibili piste da intraprendere per rompere il circolo vizioso in cui siamo tutti intrappolati. Il cambiamento climatico è al contempo causa e prodotto di enormi squilibri tra il Nord e il Sud del mondo.

Molti dei conflitti contemporanei intrecciano cause differenti, non ultime quelle che riguardano l’accesso alle risorse e alle materie prime, sempre più preziose, in contesti in cui gli effetti del cambiamento climatico stanno rendendo ancora più difficile la sopravvivenza. In queste dinamiche, aumenta il numero di migranti costretti a lasciare le proprie terre per un insieme di cause che combinano l’insicurezza connessa ai conflitti all’insicurezza provocata dalle avverse condizioni dell’ambiente. Inoltre, il perdurare dei conflitti e le ricadute ambientali da questi provocate rendono ancora più impervia la possibilità di un ritorno, anche quando desiderato.

Queste dinamiche interrogano profondamente paesi come l’Italia che sono implicati direttamente o indirettamente in conflitti ed espropriazione di risorse in luoghi anche lontani, contribuendo parallelamente con le proprie economie e i propri stili di vita ad accelerare il cambiamento climatico e le sue conseguenze, senza assumersi nessuna seria responsabilità di protezione e accoglienza verso chi fugge da quei contesti. Un vero disarmo ecologico non può che prendere le mosse da queste consapevolezze, rinunciando a ogni semplificazione e scorciatoia. 

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO INTEGRALE DEL CONVEGNO CLICCA QUI PER LE SLIDE




CLICCA SUI PULSANTI PER SCARICARE LE SLIDE DEI RELATORI

Marco Deriu
, Sociologo, Università di Parma
Introduzione: La produzione di insicurezza: guerra, neoliberalismo e crisi ambientale 
SCARICA LA PRESENTAZIONE

Gianni Tamino, Biologo, Università di Padova
Crescita insostenibile, scarsità e violenza
SCARICA LA PRESENTAZIONE

Elena Giacomelli, Sociologa, Università di Bologna
Panicocene. Narrazioni su cambiamenti climatici, regimi di mobilità e migrazioni ambientali
SCARICA LA PRESENTAZIONE

Michele Zanzucchi, Giornalista, Istituto Universitario Sophia
Guerra, ambiente, migrazioni: il ruolo dell’Informazione
SCARICA LA PRESENTAZIONE

Francesca Rosignoli, Giurista, Universitat Rovira i Virgili, Spagna
Rifugiati climatici e giustizia ambientale
SCARICA LA PRESENTAZIONE

Chiara Marchetti, Sociologa, CIAC
Territori e politiche migratorie tra deterrenza e accoglienza

Energia e sorellanza

Energia e sorellanza

Durante il Safe Space si sono condivise le sensazioni sulla giornata dell'8 marzo. Sia chi parlava sia chi scriveva le sue parole sui bigliettini ha reso chiara la forza delle donne.

Arianna e Sofiia:

Arianna e Sofiia: "È bastato un sorriso per capire che sarebbe nata una bella amicizia"

Le due giovani ragazze, Arianna e Sofiia, hanno condiviso la loro esperienza all'interno dell'iniziativa del Community Matching

Iscriviti alla nostra NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle nostre attività, per sostenerci e diffonderle

Questo sito web utilizza i cookie
Questo sito o gli strumenti di terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
Ulteriori informazioni
design komunica.it | cms korallo.it