Logo CIAC Impresa sociale ETS
News(current) NO AI CAMPI, SI ALLE PERSONE

Manifestazione per il diritto alla casa

Appuntamento ore 18 di giovedì 14 dicembre in Piazza Garibaldi a Parma

Manifestazione per il diritto alla casa

Appuntamento ore 18 di giovedì 14 dicembre in Piazza Garibaldi a Parma

La crisi abitativa sta esplodendo in tutti i settori sociali, dalle famiglie povere agli studenti, dai lavoratori sottopagati ai migranti richiedenti asilo. Anche nei comuni del nostro territorio, provincia che si dovrebbe distinguere per il benessere e la cura del sociale, si assiste sempre più spesso a scene di vera e propria emarginazione, con persone costrette a vivere in auto, anche con bambini, oppure sotto e sopra i ponti, come al Ponte Nord.

Eppure le case ci sarebbero per tutti. In città e nei comuni della provincia è pieno di alloggi privati chiusi, alberghi abbandonati, edifici pubblici o della chiesa lasciati vuoti. 

Il mercato privato esclude i poveri, di qualsiasi nazionalità essi siano. Le locazioni vengono ormai riservate ai turisti o alle ditte, con affitti brevi o transitori che garantiscono rendite altissime. I pochi alloggi in affitto pluriennale hanno canoni insostenibili.  Le case popolari sono pochissime rispetto alle necessità.

Un caso gravissimo è rappresentato dalla situazione del campo profughi di Martorano, dove oltre un centinaio di richiedenti asilo è stato ammassato all’interno di container in seguito alla mancata disponibilità all’accoglienza diffusa di gran parte dei Sindaci del Parmense.

Donne, uomini e bambini provenienti dalle zone più disperate del globo e richiedenti asilo in Italia sono isolate, in una situazione di mancato rispetto della dignità e dei diritti fondamentali delle persone, oltre che nel mancato rispetto dell’articolo 10 della nostra costituzione e della Convenzione di Ginevra.

Rispetto a questa emergenza in continuo aggravamento è gravissima l’indifferenza dei mass media e soprattutto del governo centrale: basti dire che nella legge finanziaria 2024 in fase di approvazione non viene spesa né una parola né un Euro per la drammatica questione degli alloggi per i ceti poveri e per i rifugiati. 

La situazione di emergenza abitativa conferisce l’autorità al Prefetto e ai Sindaci di requisire immobili sfitti di privati per grave necessità e disagio sociale fuori controllo, come è stato sollecitato da un buon numero di associazioni e collettivi di Parma e Provincia

Vogliamo rendere evidente che il problema abitativo c’è ed è enorme e che occorrono provvedimenti urgenti.

Appuntamento ore 18 di giovedì 14 dicembre in Piazza Garibaldi a Parma, in concomitanza con tante altre città d’Italia che rivendicheranno il diritto all’abitare nella stessa data.

 

Rete diritti in casa, CIAC, Casa della pace

 

Iscriviti alla nostra NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle nostre attività, per sostenerci e diffonderle

Questo sito web utilizza i cookie
Questo sito o gli strumenti di terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
Ulteriori informazioni
design komunica.it | cms korallo.it