Logo CIAC Onlus
News(current)

Quando la paura fa dimenticare la dignità umana

Partendo da una lettera pubblicata dalla Gazzetta di Parma una riflessione su come le nostre comunità stiano diventando sempre più insensibili ai bisogni del diverso, italiano o straniero che sia. Dobbiamo ripartire dallo stare insieme e dall’affrontare e superare le paure capendo che i pregiudizi si superano incontrando, confrontandosi, scoprendo e non chiudendosi.

Interventi

“Rabbia, disgusto, paura”. Sono gli aggettivi che compaiono nel breve testo di accompagnamento ad una fotografia comparsa nei giorni scorsi sulla Gazzetta di Parma. Nell’immagine si vede un giaciglio costituito da un vecchio divano, una libreria scassata e una sedia da giardino completamente instabile. Forse il rifugio di qualcuno che non aveva alternative se non dormire all’aperto. Il contesto lo fornisce chi ha deciso di scrivere al giornale locale: il parco 8 ottobre, zona via Montanara. Il commento contenuto nella lettera è tagliente: “Mi sono sempre sentita tranquilla e serena, oggi torno a casa con l’angoscia”.

L'articolo della Gazzetta di ParmaPartiamo da un fatto: nessuno deve arrogarsi il diritto di dare giudizi sulle sensazioni altrui. Eppure, questa lettera fa sorgere alcune riflessioni. Non è detto che quel luogo sia veramente la “casa” di qualcuno, ma – anche se fosse così – perché le condizioni di vita drammatiche di un essere umano devono suscitare “rabbia, disgusto e paura”?

La risposta non è semplice. Di certo il disgusto supera la sensibilità che ci spinge a farci domande, la rabbia fa scomparire la solidarietà che ci attiva nell’aiuto dell’altro e la paura spinge a chiudersi in sé stessi, dimenticando i problemi di chi ci vive accanto. Tutte emozioni negative che non risolvono il problema ma, al contrario, spingono a vivere nell’angoscia, nel sospetto del diverso e nell’allarme. Una spirale da cui è davvero difficile uscire.

Da anni il quartiere Montanara è ricco di realtà che, con sensibilità e attenzione, si impegnano quotidianamente a sostenere le persone più in difficoltà provando a costruire una comunità coesa. E’ da qui che bisogna partire: dalla comunità, dallo stare insieme e dall’affrontare e superare le paure capendo che i pregiudizi si superano incontrando, confrontandosi, scoprendo e non chiudendosi.

Ciac in questo contesto continuerà a fare la sua parte, non solo a fianco dei cittadini migranti ma anche cercando di incidere sulla percezione che abbiamo degli ultimi della terra. 

Iscriviti alla nostra NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle nostre attività, per sostenerci e diffonderle

Vuoi diventare tutor?

Vuoi diventare tutor?

Sei un singolo cittadino o una famiglia? Fai parte di un’associazione, una parrocchia, un circolo e vuoi dare un supporto concreto ai rifugiati? Puoi diventare tutor per l'integrazione, stringendo una relazione relazione con una persona rifugiata che abita nel tuo territorio. Questo percorso aprirà delle porte sui mondi di entrambi: la persona rifugiata troverà nuovi amici e un sostegno pratico ed emotivo, mentre il tutor avrà l’opportunità di vedere da vicino realtà spesso conosciute solo attraverso i toni allarmistici dei media e della politica.

Sei un rifugiato?

Sei un rifugiato?

Sei un rifugiato o una rifugiata e hai bisogno di un sostegno nel tuo percorso di inclusione sociale in Italia? Puoi iscriverti per entrare in contatto con un volontario/volontaria o un'associazione che allargherà le tue reti sociale e le tue conoscenze nel territorio in cui vivi. Potrai trovare aiuto nell'affrontare piccole e grandi sfide quotidiane, supporto emotivo, occasioni per parlare italiano al di fuori della formalità dei corsi e per scoprire la città insieme a nuovi amici.

diventa volontario

diventa volontario

Ci sono tanti modi per avvicinarsi a CIAC e diventare volontari attivi. In base alle proprie competenze e al tempo che si desidera mettere a disposizione, concorderemo un percorso di avvicinamento all’associazione e di affiancamento agli operatori, così da individuare insieme il modo migliore per valorizzare la vostra disponibilità.

Sostienici


DONA ORA!
Questo sito web utilizza i cookie
Questo sito o gli strumenti di terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
Ulteriori informazioni
design komunica.it | cms korallo.it