“Invertiamo il racconto”. Il regista Paolo Virzì risponde all’appello di Roberto Saviano a rompere il silenzio con una proposta. Osserva: “Assisitiamo alla quotidiana arroganza e rozzezza sfacciate, il maggior rilievo è dato a chi la spara più grossa. Va a finire che i tanti che la pensano in un altro modo si sentono soli e sperduti”. E ancora. “Manca un progetto politico, ma di fatto i 54 siriani sbarcati a Capo Rizzuto sono stati accolti e assistiti dai turisti sulla spiaggia. Forse la maggioranza delle persone non sta con i demagoghi, forse questa è la normalità. Facciamo sentire forte la voce di chi ha a cuore la civiltà”.
a cura di Giulia Santerini