Con un Protocollo d’intesa, siglato nel gennaio 2007 da Provincia di Parma e Ciac Onlus, viene messo a disposizione di 46 comuni della Provincia di Parma un servizio di orientamento, consulenza e supporto rivolto alla popolazione rifugiata presente sul territorio e agli operatori dei servizi comunali che vengono in rapporto con queste persone.

Obiettivo generale del Progetto è restituire visibilità ed aiutare ad esercitare effettivamente il “Diritto d’asilo” anche a coloro – richiedenti asilo, rifugiati, titolari di protezione umanitaria e sussidiaria – che sono presenti sul territorio ma non sono inseriti in un programma di accoglienza e quindi vivono in condizioni di marginalità; realizzare interventi specifici e di rete mirati a favorire migliori condizioni di benessere personale e di inserimento sociale dei soggetti. Agli enti locali il servizio offre indicazioni di buone prassi e indirizzi, soluzioni burocratiche e giuridiche, collaborazione in rete, possibilità di approfondimento e aggiornamento. Lo Sportello supporta le associazioni e i volontari impegnati nell’aiuto alla popolazione rifugiata presente sul territorio.

Lo Sportello è stato individuato come servizio attivo nell’ambito del Progetto Regionale contro le Discriminazioni.

Nel 2014 lo Sportello provinciale sperimenta la disseminazione nel territorio della Provincia, diventando uno “sportello diffuso” operativo, oltre che nella tradizionale sede di Parma, anche a Salsomaggiore, Fidenza, Langhirano e Collecchio.