Il 22 dicembre c’è stato l’incontro ufficiale di presentazione dei 9 progetti finanziati dal Bando Insieme della Fondazione Pizzarotti. Tra i vincitori anche “Parole di mamma”, proposto da CIAC per il territorio di Sissa Trecasali: “Parole di mamma” si propone di realizzare una serie di attività all’interno del centro rivolto a mamme straniere e richiedenti asilo. Nello specifico: Corsi di italiano, Book sharing, Banca del tempo e del riuso per la condivisione del loro tempo e della loro abilità a offrire e trovare supporto reciproco. Ai bimbi saranno messi a disposizione giochi e libri dedicati. Il progetto offre opportunità di alfabetizzazione, di socializzazione interculturale,  e offrire ai bambini che non frequentano la scuola materna uno spazio di socializzazione e stimolazione offrendo sostegno ai nuclei monogenitoriali. Il progetto prevede una durata di due anni.

Per Insieme sono stati scelti 9 progetti, 5 nella città di Parma e 4 nella sua provincia.
Ognuno con una propria valenza sociale e ognuno che in modo diverso alleviasse le difficoltà economiche e la complessità delle situazioni di alcune famiglie e ragazzi, attraverso iniziative che non solo garantissero l’inizio o il proseguo di attività a loro dedicate, ma altrettanto favorissero la cooperazione e la solidarietà sociale, l’integrazione e l’aiuto reciproco tra individui.

Era questa, l’idea generatrice che aveva mosso ad indire un bando pubblico, con l’intento di raggiungere quante più realtà possibili del territorio della città e della sua provincia.

I PROGETTI:

1) “Lin-faN’Club”, Coop. Sociale Connessioni – San Secondo, Parma.

L’idea si sviluppa a partire dal progetto “L.IN.F.A.” attivo dal 2012, con obiettivo la tutela dei nuclei famigliari in difficoltà. Avvalendosi di partnerships quali APS, l’Unione Montana Parma Est, Emporio Solidale e altri, si pone come scopo il supporto delle famiglie in carico ai Servizi Sociali Territoriali provvedendo ai bisogni primari della prole sul piano educativo, affettivo e psicologico.
Il progetto Lin-faN’Club si declinerà in servizi di attività sportiva, nella creazione di un centro estivo per ragazzi tra i 6 e i 18 anni e nella promozione e partecipazione di eventi pubblici di sport ed educazione alimentare. Il tutto prefiggendosi la diffusione di valori di rispetto e solidarietà.
Lin-faN’Club  prevede una durata di 2 anni a partire da gennaio 2018.

• sito

2) “Un fratello per amico”, Cooperativa Sociale Onlus Le Mani Parlanti – Parma

“Un fratello per amico” prevede la creazione di gruppo di psicodramma per bambini e per adolescenti fratelli e sorelle di persone diversamente abili, incontri di sostegno psicoeducativo ai genitori, formazione rivolta a studenti, insegnanti in alcune scuole, ad assistenti sociali ed educatori rivolti alla disabilità. L’iniziativa de “Le Mani Parlanti” è volta a ridurre l’alienazione e la stigmatizzazione derivate dall’avere fratelli con disabilità, prevenire l’insorgere di problematiche antisociali e psicopatologiche, offrire ai genitori uno spazio di consulenza psicologica e raggiungere famiglie provenienti da culture diverse per favorirne partecipazione e integrazione.
Il progetto prevede una durata minima di 12 mesi

• sito

 

3) “Parole di mamma”, Centro Immigrazione Asilo e Cooperazione –  Sissa, Parma

“Parole di mamma” si propone di realizzare una serie di attività all’interno del centro rivolto a mamme straniere e richiedenti asilo. Nello specifico: Corsi di italiano, Book sharing, Banca del tempo e del riuso per la condivisione del loro tempo e della loro abilità a offrire e trovare supporto reciproco. Ai bimbi saranno messi a disposizione giochi e libri dedicati. Il progetto offre opportunità di alfabetizzazione, di socializzazione interculturale,  e offrire ai bambini che non frequentano la scuola materna uno spazio di socializzazione e stimolazione offrendo sostegno ai nuclei monogenitoriali.
Il progetto prevede una durata di due anni.

• sito

 

4) “A piccoli passi “,  Ass. di Volontariato omonima – Roccabianca, Parma



Il progetto dell’ associazione si pone di portare avanti serie di interventi di solidarietà sociale già avviati, a favore di bambini tra i 3 e i 10 anni.
Nello specifico: un centro ricreativo di aggregazione, un servizio ricreativo e socio educativo di Baby Parking, un centro estivo “Il giardino dei bambini” e un progetto mensa-doposcuola.
Tutte queste iniziative hanno l’intento di favorire l’integrazione tra i bambini anche di diversa etnia, sollecitare le loro capacità e aiutare quelle famiglie con particolari difficoltà nella gestione dei piccoli, offrendo attività sia complementari al servizio scolastico che di socializzazione e integrazione.
Il progetto prevede una durata iniziale di 12 mesi. Fondazione Pizzarotti lo sostiene attraverso la fornitura di un minivan di servizio.

• sito

 

5) ”Belli come il sole”, Crocetta Baseball e Softball – Parma

Questo gruppo informale di genitori di ragazzi che praticano sport presso la società Crocetta Baseball & Softball, grazie ai fondi ricevuti da un bando del Comune di Parma e da Forum Solidarietà, ha già avviato le proprie attività mirate ad inserire bambini provenienti da situazioni di particolare disagio che in alternativa non potrebbero permettersi l’attività sportiva e i relativi benefici, rimanendo esposti ai pericoli e alle negatività della strada. L’aiuto di Fondazione Pizzarotti è teso a proseguirne le attività e la rete solidale sviluppatasi tra privati.
Il progetto prevede una durata di due anni.

• sito

6) “Io sto con te”, Onlus San Crisoforo – Parma

Il progetto “Io sto con te” è un progetto di ospitalità di soccorso per padri e bambini che hanno sofferto il trauma della separazione. L’iniziativa, grazie al coinvolgimento solidale di proprietari immobiliari e associazioni dedicate, si propone di offrire una casa a chi perdendo il tetto coniugale sarebbero in alternativa costretto alla strada.
Sostenuto anche da Welfare Parma, Gruppo Paduan e Casa di Lodesana, “Io sto con te” è finalizzato al recupero dell’autonomia della persona, contenendo allo stesso tempo il trauma e le conseguenze sui figli.

• sito

 

7) “Cantiere comunicazione”, Onlus Famiglia Più – Parma



“Cantiere” si prefigge di creare spazi di pensiero e momenti di costruzione della comunicazione in famiglia.
 Sono previsti laboratori a gruppo aperto e a tempo continuo per i genitori in situazioni di particolare disagio, gruppi di parola per i figli sul tema della rabbia, incontri genitori e figli per metterli in comunicazione tra loro.
Il progetto prevede una durata di 23 mesi da gennaio 2018 a Novembre 2019

• sito

 

8) ”Intrecci Solidali”, Ass. Volontariato “Kwa Dunìa” – Parma

“Intrecci Solidali” vuole favorire l’incontro tra persone e soprattutto consentire, a vari livelli, lo scambio delle esperienze di vita.
Il progetto si svolgerà attraverso 3 azioni chiave sull’arco di due anni: A) campi educativi stabile (fascia di età della scuola primaria) con finalità da un lato avvicinare i bambini all’educazione ambientale, dall’altro sperimentare processi di educazione alla mondialità coinvolgendo famiglie che altrimenti non avrebbero possibilità di aderire. B) Campo estivo itinerante (una nell’estate del 2018 e una l’anno successivo) per i ragazzi della scuola secondaria di secondo grado. C) costituzione di un laboratorio permanente esteso dall’autunno del 2018 alla primavera del 2019, gratuito e rivolto ad adolescenti, con la finalità di attivare esperienze di cittadinanza civica e solidale.
Il progetto è volto a un massimo di 120 bambini/ragazzi e alle loro famiglie.

• sito

 

9) “In vacanza alla Fa.Ce “, FA.CE. ONLUS – Alberi di Vigatto, Parma

Il progetto, a vantaggio dei bimbi affetti da cerebrolesione e delle loro famiglie, intende impegnare cuochi professionisti, pittori e maestri ceramisti in un attività solidale che promuova il benessere quotidiano e l’integrazione dei giovani studenti portatori di handicap. Nel centro estivo, attivato presso la sede di Fa.Ce. ad Alberi, verranno inoltre programmate lezioni di acquatica e fisioterapia nell’arco dei mesi estivi del biennio 2018/2019, a sollievo delle difficoltà e del disagio estivo dei nuclei famigliari che vivono l’esperienza di bimbi e minori diversamente abili
• sito