La settimana scorsa abbiamo lanciato la campagna “Io accolgo”, insieme ad oltre 45 organizzazioni della società civile, per dare voce e visibilità ai tanti cittadini che condividono i valori dell’accoglienza e della solidarietà e per rafforzare su tutto il territorio nazionale interventi di accoglienza diffusa dei richiedenti asilo e dei titolari di protezione espulsi dal sistema di accoglienza istituzionale.

Trovate tutte le informazioni sugli obiettivi della campagna e sulle modalità per aderire e partecipare attivamente sul sito www.ioaccolgo.it

La campagna verrà ufficialmente lanciata a Parma il 20 giugno, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato con un flash mob. Ci troveremo alle ore 18 presso piazza della Steccata a Parma per poi spostarci sui gradini del Teatro Regio, dove indosseremo le coperte termiche (simbolo della campagna) e esporremo lo striscione IO ACCOLGO. Il tutto durerà circa 30 minuti.
Vi chiediamo di essere presenti e portare più persone possibili.


Inoltre, invitiamo tutte/i ad appendere al proprio balcone una coperta termica, per dire no alla “chiusura dei porti”, al decreto Sicurezza, all’odio e all’esclusione e sì ai diritti, all’accoglienza, all’uguaglianza e alla solidarietà.


Potete acquistare la coperta termica in un negozio sportivo, in farmacia o online oppure potete ritirare una coperta presso una delle organizzazioni aderenti alla campagna che trovate qui: http://www.ioaccolgo.it/il-nostro-simbolo

Una volta appesa, fotografate la coperta, postate la foto sui vostri social con l’hashtag #IoAccolgo, invitando i vostri amici a fare lo stesso, e inviate la foto a foto@ioaccolgo.it

Vi invitiamo anche a legare alla borsa o a indossare nastri di coperta dorata (o se non ce l’avete ancora, un qualsiasi nastro dorato da regalo), e a postare la foto.

Speriamo che dal 20 giugno e nei mesi successivi, si vedano tante coperte dorate appese i balconi e tante persone che indossano nastri dorati: un piccolo gesto simbolico, per mostrare al mondo che c’è un pezzo d’Italia che accoglie.