Una gita al museo, la merenda marocchina, attività teatrali, lezioni di yoga, attività manuali, la caccia al tesoro fotografica. Il progetto “Donne al centro” è questo e tantissimo altro, tutto con un solo obiettivo: rompere il meccanismo che rende invisibili e creare uno spazio di scambio, prossimità e convivialità aperto a tutte le donne, indipendentemente dalla loro nazionalità, età, religione e condizione sociale.


VUOI SOSTENERE DONNE AL CENTRO?
E’ SEMPLICE: VOTA IL NOSTRO PROGETTO!

Se vuoi sostenere “Donne al centro” e fare in modo che il progetto continui e si sviluppi, non ti basta che cliccare sul link, registrarti sul sito di Aviva e dare i tuoi 10 voti al nostro progetto!


Il progetto

Sono fiera di tutte noi: per quello che stiamo contribuendo a creare e per aver deciso di metterci al centro. Sono fiera di quello che siamo diventate, da sconosciute ora siamo un gruppo di donne giovani tutte diverse tra loro che scelgono, ogni giovedì, di incontrarsi, conoscersi, stare assieme. 

Donne al Centro è un progetto di Ciac Onlus nato nell’autunno del 2016 dopo una lettura critica dei dati che evidenziano come la situazione della donna in Italia sia caratterizzata da vulnerabilità, emarginazione, disparità. Condizioni che diventano ulteriormente complesse se a viverle sono cittadine migranti, spesso sottoposte ad un doppio meccanismo di discriminazione: prima come donne e poi come straniere.

Il progetto negli anni ha assunto una forma laboratoriale: ogni giovedì pomeriggio le donne si incontrano per svolgere varie attività di vario tipo, da quelle più ludiche sino a quelle più impegnate. La presenza di uno spazio giochi e di un servizio di baby sitting ha permesso la partecipazione anche delle madri che riescono così a conciliare meglio i loro tempi con quelli dei figli.

Il nome Donne Al Centro non è casuale: si mira a sottolineare il protagonismo, la partecipazione, la centralità delle donne nel dibattito sociale, politico ed economico; ribadire l’importanza di spazi e momenti dedicati alle donne, per raccontarsi, condividere momenti di scambio e favorire percorsi di empowerment; richiamare il luogo dove queste attività si svolgono, il Centro Interculturale, uno spazio accogliente, aperto, al quale convergono numerose associazioni e progetti.

Le beneficiarie dirette, circa una quindicina, sono richiedenti asilo, rifugiate, migranti, donne vittime di violenza domestica, donne sole con figli, disoccupate. Ad esse si affiancano sei donne volontarie attive nell’elaborazione e realizzazione dei contenuti e proposte laboratoriali.

“Donne al centro” è stato realizzato insieme a diverse realtà del territorio di Parma: Kwa Dunia, Forum Solidarietà, Centro Interculturale, Centro Aiuto Alla Vita.

Il video di presentazione