Una marcia organizzata dal Coordinamento antifascista e antirazzista di Parma, nato lo scorso 16 maggio dall’assemblea pubblica indetta dall’Anpi, con lo scopo di “opporsi democraticamente al ripetersi in Europa, in Italia e in ambito locale di iniziative e manifestazioni di chiaro stampo fascista e razzista, sfociate spesso in episodi di aggressioni e violenza”. Anche il CIAC ha aderito.
In particolare, gli aderenti al corteo – a cui hanno sono stati invitati cittadini, istituzioni, associazioni e partiti – hanno ricordato e condannato l’attentato di matrice razzista contro i cittadini migranti come l’ordigno esploso davanti al centro di accoglienza per migranti di borgo Onorato, e gli striscioni esposti davanti alle scuole contro la Resistenza da parte di Blocco studentesco e CasaPound.
Presente alla marcia il sindaco Federico Pizzarotti: “Con alcuni fenomeni di neonazismo di ritorno era importante per la città dare un segnale, e per me esserci”, ha commentato. Al corteo anche la deputata del Pd Patrizia Maestri, il deputato Pd Giuseppe Romanini, il consigliere del M5s Parma Mauro Nuzzo, Ettore Manno (Pdci), Franco Torreggiani (Pd). La manifestazione ha fatto tappa in piazzale Rondani dove sono stati letti alcuni brani di Guido Picelli sugli Arditi del Popolo.

A questo link le foto della manifestazione.