Un momento della formazione

Approfondire le problematiche dei richiedenti asilo e titolari di protezione, con particolare attenzione alla situazione della provincia di Parma. E’ questo l’obiettivo del percorso formativo, rivolto agli operatori Cas e Sprar di Parma, che ha preso il via giovedì 13 settembre pomeriggio con l’intervento del professor Marco Deriu, sociologo dell’Università di Parma.

Organizzata dalla Prefettura di Parma, in collaborazione con Ciac Onlus, e inserita all’interno del progetto Fami “Prefettura in rete per l’accoglienza”, questa proposta formativa mira a individuare i bisogni specifici di chi oggi fa parte del sistema di accoglienza.

Deriu è partito dal titolo della conferenza – “Fenomeni di mobilità urbana, aspetti geopolitici e socio economici” – per indagare il perché le persone decidano di spostarsi dal proprio paese, provando a spiegare che le cause sono tante e diverse. Nella seconda parte ha presentato alla platea diverse campagne pubblicitarie

Un momento della formazione di ieri

Un momento della formazione

in ambito umanitario e legate al tema dei richiedenti asilo.

L’obiettivo era stimolare la discussione su come vengono veicolati le difficoltà di chi fugge da guerre o persecuzioni, dalle proposte di Deriu è nato un interessante confronto che ha portato ad alcune considerazioni finali sul ruolo della comunicazione in queste condizioni.

Il prossimo appuntamento è in programma il 21 settembre, quando verrà proposta ai partecipanti una riflessione su “La protezione dei richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale e umanitaria. Orientamento normativo e prassi di accoglienza”. A parlarne saranno Gianfranco Schiavone, Vicepresidente di Asgi e l’avvocato Calogero Musso.