Si terrà mercoledì 20 alle 14.30 presso l’Università di Parma (via Università 12, Aula F) la lezione aperta dal titolo: “Cosa è lo sfruttamento nel lavoro?”, che vedrà la partecipazione di Silvia Guaraldi (FLAI CGIL Emilia Romagna), Oumarou Guene e Papa Ndiogou Ndiaye, con il coordinamento della professoressa Vincenza Pellegrino e la partecipazione del gruppo Ciac-UniPR Lezioni Aperte. Durante la lezione si indagherà il significato di “lavoro” non solo nella percezione dei cittadini stranieri che interverranno, ma anche nel vissuto degli studenti e dei cittadini presenti in aula. Parole come “lavoro”, “legalità”, “sfruttamento”, “diritti” verranno declinati attraverso le esperienze concrete dei migranti e approfonditi grazie agli strumenti di chi quotidianamente si trova a difendere i diritti dei lavoratori.

Le Lezioni Aperte sono lezioni  universitarie vere e proprie, che prevedono il coinvolgimento di persone che hanno esperienza diretta dei fenomeni sociali analizzati. Sono doppiamente “aperte”, perché viene attivamente invitata a partecipare la cittadinanza, intorno a temi di rilevanza pubblica.

Questa lezione è il frutto della collaborazione con il progetto “Voci migranti”m finanziato dall’AICS e coordinato dalla ONG Africa 70, e si inserisce nel ciclo di Lezioni aperte di sociologia proposte dall’Università di Parma, ciclo che ha per oggetto la questione della “advocacy” (all’analisi di percorsi di mobilitazione per il mutamento sociale all’interno di associazioni e collettivi) in relazione al tema della cittadinanza globale e dell’incontro tra migranti e autoctoni, con l’obbiettivo più generale di ridefinire insieme le diseguaglianze so-ciali nell’epoca “g-locale” che viviamo e di immaginare la possibile alleanza tra forme diverse di comune precarietà.