Voglio mio padre, mi manca!“.
Il figlio di Mahadine aspetta ogni giorno che suo padre ritorni. Da ormai un anno e mezzo.
Mahadine è in prigione per aver scritto un post su facebook che criticava il governo del Ciad.
Emilio, quella di Mahadine è una delle sei storie scelte per lamaratona dei diritti umani che termina il 22 dicembre.
Aiutaci anche tu, con la tua firma possiamo chiedere la liberazione del blogger africano.
Mahadine è stato prelevato in strada dalla poliziapicchiato e incatenato. La sua “colpa” è quella di aver scritto un post su Facebook. Rischia l’ergastoloFirma ora
Le condizioni di salute di Mahadine sono gravissime: in carcere dal settembre 2016, ha contratto in cella la turbercolosi e ha bisogno urgente di cureAiutalo ora
L’Africa ha bisogno di persone come voi – ha scritto dalla sua cella alla notizia che stavamo raccogliendo firme per lui –. Mi avete riempito il cuore di gioia“. Corri con Mahadine