Il tessuto accogliente è terminato: sei serate alla festa multiculturale, così tanti i volti e le mani che si sono avvicendati al telaio che abbiamo perso il conto!
La nostra trama di comunità racconta di ciascuno e ciascuna di noi, porta la nostra traccia. Racconta anche di un progetto comune, un percorso condiviso tra persone sconosciute ma prossime. In questo disegno di prossimità vogliamo riconoscerci.

Tra tutti gli ingredienti” per costruire e abitare una società accogliente uno, a nostro parere, li racchiude tutti: “con cor dare”.

Grazie ad Enrica Mattavelli per l’idea e la realizzazione, grazie a tutti per aver partecipato!