Le Lezioni Aperte di Politiche Sociali fanno parte di una più ampia sperimentazione didattica proposta dal Corso di Laurea in Servizio Sociale e finanziata da Fondazione Cariparma.

L’obbiettivo specifico delle Lezioni Aperte è quello di coinvolgere nelle docenze universitarie persone che abbiano esperienza diretta dei fenomeni sociali analizzati. Migranti richiedenti asilo, persone detenute, persone senza fissa dimora, insieme ad operatori sociali, cittadini volontari, affiancano docenti e scienziati sociali per riflettere insieme sulle migrazioni, la devianza, l’impoverimento.

Via Università 12, Parma

 Introduce le lezioni: Vincenza Pellegrino, Università di Parma

 

Gli incontri coinvolgono persone rifugiate. L’obbiettivo del ciclo di incontri è restituire una diversa lettura dei processi globali che generano oggi le migrazioni forzate: capitalismo globale e cattura delle risorse, nuovi disastri ambientali, nuovi conflitti post coloniali, scontri tra minoranze e nuovi nazionalismi difensivi, e ancora criminalizzazione dei migranti, apertura di nuovi mercati neri in Europa, reti dello sfruttamento ecc. Quest’anno metteremo al centro dell’attenzione la loro esperienza delle dittature e della violenza quotidiana, il vissuto della fuga, il desiderio di resistenza e di vita, ma anche l’incontro con le frontiere europee, con i servizi e con le società impaurite del nord, che resta ancora in buona parte inesplorato nello spazio pubblico.

Infine, il laboratorio Lezioni Aperte UNIPR – CIAC vuole dare centralità a processi di (auto) riflessività diffusa tra migranti e operatori che conoscono tali vissuti, perché possano metterli in comune con docenti, studenti universitari e cittadini\e.

 

Partecipano al laboratorio permanente “Lezioni Aperte sulla Globalizzazione” UniPR-Ciac e alle prossime lezioni:

Chiara Marchetti, Ciac; Mursal Moalin Mohamed, rifugiato somalo, Ciac; Enrica Mottavelli, Ciac; Silvia Vesco, Ciac; Salah Mohammadi, rifugiato curdo iraniano, Ciac; Pedro Apollos, rifugiato nigeriano, Ciac; Sadeeq Ahmadkhan, rifugiato afghano, coop. World in progress; Nicoletta Allegri, Ciac; Hisam Allawi, rifugiato curdo siriano, World in progress.

 

Con loro, nelle lezioni, alcuni ospiti esterni tra cui:

 

30 ottobre 2017, aula B ore 14.30-17.30, primo piano via università 12,

Stati instabili e individui in fuga: come rappresentare il mondo post-neo-coloniale?

con Jean Pierre Cassarino, Institut de recherche sur le Maghreb Contemporain (IRMC), Tunisi

 

14 novembre Aula B, ore 9.00-11.30, via università 12

Sprar, Cas, alberghi di montagna, comunità sperdute e famiglia aperte: i mille volti dell’accoglienza in un’Europa divisa

 

4 dicembre Aula B, ore 14.30-17.30 via università 12

Il razzismo quotidiano per strada, sull’autobus, nei servizi

con Annalisa Frisina, Università di Padova